Giordano Ambrosetti

CONSIGLIERE COMUNALE Forza Italia Gruppo Consiliare Locate Nuova

20 novembre è la giornata mondiale dei diritti dell’infanzia

CCR 19 NOVEMBRE 2010 AMBROSETTI

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ogni anno era usuale la convocazione del Consiglio Comunale dei Ragazzi presso la Palestra Don Milani, un momento di aggregazione reale tra gli adulti Consiglieri e i piccoli esponenti del CCR. Da quest’anno la nuova Giunta ha deciso, con grande sorpresa di noi Consiglieri della Minoranza, di annullare tale iniziativa e sostituirla con una giornata ‘ a porte chiuse’.

In occasione degli anni scorsi le ragazze e i ragazzi delle nostre scuole esponevano al Consiglio Comunale la loro ‘visione’ di Locate e ovviamente i loro problemi e bisogni per una Locate veramente ‘bella’.

Perché quindi imbavagliare i piccoli e negare a noi Minoranza in Consiglio Comunale di ascoltare tali necessità?

E perché Sindaco e Giunta domani pranzeranno insieme agli scolari escludendo la presenza dei Consiglieri di Minoranza e Maggioranza, cosa sempre avvenuta unitariamente nel passato?

Insomma di cosa ha paura questa nuova Amministrazione da poco insediatasi?

A questa domanda non sappiamo dare una risposta, ma poco importa, l’importante è ricordare che il 20 Novembre è la giornata mondiale dei diritti dell’infanzia, che celebra la data in cui la Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia venne approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite a New York. Era il 20 novembre 1989 e quest’anno si celebrano i 25 anni.

I principi fondamentali della Convenzione sono i seguenti:

Non discriminazione (art. 2): i diritti sanciti dalla Convenzione devono essere garantiti a tutti i minori, senza distinzione di razza, sesso, lingua, religione, opinione del bambino/adolescente o dei genitori.

  1. Superiore interesse (art. 3):in ogni legge, provvedimento, iniziativa pubblica o privata e in ogni situazione problematica, l’interesse del bambino/adolescente deve avere la priorità.
  2. Diritto alla vita, alla sopravvivenza e allo sviluppo del bambino (art. 6): gli Stati devono impegnare il massimo delle risorse disponibili per tutelare la vita e il sano sviluppo dei bambini, anche tramite la cooperazione tra Stati.
  3. Ascolto delle opinioni del minore (art. 12): prevede il diritto dei bambini a essere ascoltati in tutti i processi decisionali che li riguardano, e il corrispondente dovere, per gli adulti, di tenerne in adeguata considerazione le opinioni.

Purtroppo però 11 milioni di minori muoiono ogni anno, prima di avere compiuto i 5 anni, per malattie o problemi che potrebbero essere facilmente eliminati, 150 milioni di bambini soffrono di malnutrizione, 123 milioni di bambini non hanno mai frequentato la scuola. 600 milioni di bambini, cioè un quarto dei bambini di tutto il mondo, vivono in condizioni di estrema povertà, 2 milioni di bambini sono morti, nel corso dello scorso decennio, a causa di conflitti armati e 300 mila bambini sono stati reclutati e combattono in diversi paesi africani, asiatici e del Medio Oriente in eserciti regolari e gruppi armati di opposizione. 130 milioni di donne hanno subito, da bambine, violenze.

 

No comments yet»

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: