Giordano Ambrosetti

CONSIGLIERE COMUNALE Forza Italia Gruppo Consiliare Viviamo Locate

Archivio per dicembre, 2007

Auguri 2007/ 2008

 

 AUGURI 2008

Mozione avente ad oggetto: “Impugnativa del Governo in Corte Costituzionale avverso la legge regionale della Lombardia n. 19 del 6 agosto 2007 “Norme sul sistema educativo di istruzione e formazione della Regione Lombardia”.

Alla cortese attenzione del Signor Sindaco, e del Consiglio Comunale

 

 

MOZIONE

OGGETTO:

Mozione avente ad oggetto: “Impugnativa del Governo in Corte Costituzionale avverso la legge regionale della Lombardia n. 19 del 6 agosto 2007 “Norme sul sistema educativo di istruzione e formazione della Regione Lombardia”.

Prendendo atto:

 

         che su richiesta del ministro della Pubblica Istruzione Giuseppe Fioroni, la seduta del Consiglio dei Ministri di venerdì 28 settembre 2007 ha deliberato di impugnare davanti alla Corte costituzionale la legge regionale della Lombardia n. 19 del 6 agosto 2007 “Norme sul sistema educativo di istruzione e formazione della Regione Lombardia”;

         che l’articolo 117 della Costituzione assegna alle regioni competenza concorrente in materia di istruzione e competenza esclusiva in materia di istruzione e formazione professionale;

Considerato che

 

         La legge regionale 19 completa il rinnovamento del sistema integrato di istruzione, formazione e lavoro della Lombardia iniziato con la legge regionale 22 del 2006 sul mercato del lavoro.

         la legge regionale 19 è frutto di un lungo lavoro di confronto che ha coinvolto le parti sociali, datoriali, gli enti locali, le espressioni del mondo della scuola e della formazione (associazioni docenti, dirigenti scolastici, genitori, enti di formazione), e finanche gli Uffici periferici del Ministero della Pubblica Istruzione, alla fine del quale si è registrato un ampio consenso, ad esclusione della sola Cgil e di alcune espressioni della sinistra massimalista;

         non si ravvisano motivazioni di incostituzionalità per l’impugnativa governativa di una legge che risponde pienamente al dettato costituzionale e alla normativa nazionale vigente;

         la decisione del Governo rischia di aggravare la già preoccupante situazione della dispersione scolastica e formativa nella nostra provincia, cancellando la positiva esperienza dell’istruzione e formazione professionale, che in questi anni il sistema di istruzione e formazione professionale è riuscito a dare ai giovani una concreta occasione di crescita culturale e professionale.

 

                                                                                                          IL CONSIGLIO

         esprime il pieno sostegno alla legge regionale, che permette alle province di potenziare il sistema della formazione professionale e di integrarlo pienamente con il sistema educativo e con le politiche del lavoro, per lo sviluppo del  territorio;

         ritiene incomprensibile il ricorso presso la Corte Costituzionale del Governo che si rivela ancora una volta lontano dalle esigenze del nord del Paese, ignorando la volontà politica delle istituzioni e della società locale, con la conseguenza di rallentare le spinte propulsive del nostro territorio;

         chiede al Governo di ritirare il ricorso presentato in Corte Costituzionale avverso la legge regionale n. 19 del 6 agosto 2007 della Regione Lombardia.

 

 

 

 

I Consiglieri Comunali

 

Luciana Roncaglio

 Ivano Tadini

Giordano Ambrosetti

Marco Zancarini

SOTTOSCRIVE L’INTERROGAZIONE IL CONSIGLIERE LUCIANO CARPANA DEL GRUPPO CONSILIARE LEGA NORD

ISTALLAZIONE TRASMETTITORI TELEFONIA MOBILE

INTERROGAZIONE

 

 

ISTALLAZIONE TRASMETTITORI TELEFONIA MOBILE

 

CONSIDERATO che autorevoli esperti ed organismi nazionali e internazionali hanno più volte sottolineato la necessità di abbassare anche drasticamente i limiti di esposizione radio, perseguendo obiettivi di qualità dettati dal Principio di Precauzione;

 

RILEVATO che la Sua Giunta ha approvato l’istallazione di un traliccio per trasmissione radio in ambito di telefonia mobile posto a soli 140 mt dal plesso scolastico della scuola media A. Locatelli;

RILEVATO altresì che la Commissione Urbanistica convocata in data  07 MARZO 2007        ha approvato tale proposta a maggioranza dei presenti con l’esclusione del nostro componente del Gruppo Consiliare Insieme per Locate che ha dichiarato, motivandone la ragione del proprio dissenso non votando a favore, nel fatto che le risultanze di presunto carattere scientifico non sono tali da poter, con certezza, garantire che la distanza del punto localizzato dall’ Amministrazione all’area frequentata dai ragazzi delle nostre scuole medie non escluda un eventuale inquinamento elettromagnetico.

VISTO  che ai Comuni  spetta regolamentare il corretto insediamento urbanistico e territoriale delle antenne sulla base delle direttive dettate dalla Regione. Le amministrazioni comunali, possono perseguire la minimizzazione delle esposizioni (obiettivi di qualità non fissati numericamente) attraverso attenti e ponderati piani di localizzazione che tengano effettivamente conto delle reali esigenze di copertura del territorio prospettate dai gestori e del diritto alla salute dei cittadini, prescrivendo divieti di installazione “su” o “in prossimità” di siti sensibili. La Corte Costituzionale con sentenza del 07.10.2003 n. 307 ha ribadito la possibilità per i Comuni di vietare l’installazione di antenne in determinate aree sensibili ( quali scuole, ospedali, ecc.) senza definire le distanze e garantendo ai gestori un’adeguata copertura del territorio.

VISTO anche la sentenza del Consiglio di Stato n. 1619/2003 in cui si afferma che l’installazione di impianti per la telefonia mobile deve essere "in ogni caso preceduta da una Valutazione di Impatto Ambientale, anche mediante procedura semplificata, al fine di verificare l’incidenza complessiva dell’opera sui profili ambientali, paesaggistici e territoriali".

Si chiede a Lei Signor Sindaco

  

in forma scritta, quanto segue:

 

1)     per quale motivo visto le premessa questa amministrazione non ha provveduto a disporre l’allontanamento dei trasmettitori posti sull’acquedotto particolarmente vicini alla Scuola Materna;

2)     per quale motivo concede un’area di proprietà Comunale posta a soli 140 metri dal plesso della Scuola Media Locatelli visto sempre quanto indicato in premessa;

3)     si chiede se è stata eseguita  una Valutazione di Impatto Ambientale per verificare l’incidenza complessiva dell’opera sui profili ambientali, paesaggistici e territoriali.

 

 

                                                                                                                                                                                                             I Consiglieri Comunali

 

Luciana Roncaglio

Ivano Tadini

Giordano Ambrosetti

Marco Zancarini

SOTTOSCRIVE L’INTERROGAZIONE IL CONSIGLIRE COMUNALE LUCIANO CARPANA DEL GRUPPO CONSILIARE LEGA NORD

CONFERENZA DEI CAPIGRUPPO

 

INTERROGAZIONE

 

 

CONFERENZA DEI CAPIGRUPPO

 

 

 

CONSIDERATO che sino alla precedente Legislatura il Suo predecessore Signora Arianna Censi convocava regolarmente la Conferenza dei Capigruppo per le questioni attinenti all’ordine dei lavori, alla programmazione ed al calendario delle sedute del consiglio stesso;

 

RILEVATO anche che le Convocazioni dei Consigli Comunali e delle Commissioni Istituzionali spesso avvengono col minimo rispetto temporale delle disposizioni di legge ( 5 gg.);

 

CONSIDERATO che il nostro Statuto Comunale all’art. 48 comma 3 del 1992  (Lei Sig. Ing. S. Preli era già Sindaco) espressamente recita ‘Spetta alla conferenza dei capigruppo fissare il calendario delle sedute dei consiglieri;… ‘.

 

Si chiede a Lei Signor Sindaco

 

in forma scritta, se non ritiene necessario ed opportuno ripristinare tale Conferenza da Lei stesso promossa  15 anni fa per permettere democraticamente e pluralisticamente a tutte le Rappresentanze Consiliari di poter sempre essere presenti alle adunanze di Consiglio Comunale e delle varie Commissioni.

 

 

I Consiglieri Comunali

 

Luciana Roncaglio

 

Ivano Tadini

 

Giordano Ambrosetti

 

Marco Zancarini

 

SOTTOSCRIVE L’INTERROGAZIONE IL CONSIGLIERE LUCIANO CARPANA DEL GRUPPO CONSILIARE LEGA NORD

RICHIESTA AGEVOLAZIONI

INTERROGAZIONE

 

 

RICHIESTA AGEVOLAZIONI BAMBINA C.Q.

  

CONSIDERATO che il nostro Gruppo Consiliare ha ricevuto copia della lettera e relativi allegati inoltrata in data 15 ottobre 2007 e protocollata con n. 0012014 avente ad oggetto la richiesta di agevolazioni relativa alla condizione personale della minore C.Q. riconosciuta invalida civile nella misura del 100%;

 

CONSIDERATO che le richieste fatte non rientrano in agevolazioni particolari ma solo funzionali ad una serena vita della bambina quali l’erogazione di un contributo per l’acquisto di pile speciali per il funzionamento di apparecchi acustici, la copertura economica del doposcuola per il fratellino onde permettere alla madre di seguire la minore C.Q. e l’acquisto di un personal computer;

 

RILEVATO che il Comune di Locate Triulzi ha uno specifico Assessorato dedicato alla promozione del benessere delle bambine e dei bambini che dovrebbe, dedicarsi appunto ad affrontare problemi specifici delle nostre bambine e bambini e non crediamo solo quelli inerenti la divulgazione culturale di problematiche connesse ai minori

 

Si chiede a Lei Signor Sindaco

 

in forma scritta, di pronunciarsi sui quesiti che le poniamo:

1)     Se è a conoscenza di quanto esposto;

2)     Se seriamente intende dare una mano ha chi ha reali problemi nella nostra comunità;

3)     In che modo ritiene affrontare e risolvere gli stessi in tempi brevi in quanto la salute non attende la burocrazia dei vari uffici.

 

I Consiglieri Comunali

 

Luciana Roncaglio

 

Ivano Tadini

 

Giordano Ambrosetti

 

Marco Zancarini

 

SOTTOSCRIVE L’INTERROGAZIONE IL CONSIGLIERE LUCIANO CARPANA DEL GRUPPO CONSILIARE LEGA NORD