Giordano Ambrosetti

CONSIGLIERE COMUNALE Forza Italia Gruppo Consiliare Locate Nuova

ADUNANZA COMMISSIONE STATUTO E REGOLAMENTI DEL 24 MAGGIO 2007

Vengono posti all’attenzione della Commissione i seguenti punti:
 
  • BOZZA REGOLAMENTO COMUNALI: già approvato con delibera di Consiglio del 14.06.1996 n.42 e successivamente modificato il 21.12.2004 n.66; l’ Assessore competente Dott.Ferrari ne illustra le proposte di modificazione riferite principalmente alle modalità di assegnazione e sulle disposizioni transitorie.
  • REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI VOLONTARIATO PER L’ATTIVITA’ DI ASSISTENZA E SORVEGLIANZA ALL’ESTERNO DEGLI EDIFICI SCOLASTICI E DI SORVEGLIANZA DEI PARCHI: il Comandante della Polizia Municipale ne illustra la Bozza che riporto in coda. Rilevato che nel tempo vi è stata una notevole riduzione dei volontari interessati all’iniziativa si pubblicizzerà maggiormente il progetto utilizzando anche il Notiziario del Comune.
  • MODIFICHE REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA: L’ Assessore Signora Debora Rota illustra gli articoli di cui si propone la modifica vista anche la Legge Regionale in materia:

ART.36 TER comma 6 > La prenotazione può avvenire nei seguenti casi:

A favore di quel richiedente, di età superiore ai 70 anni, residente nel Comune di Locate di Triulzi che dimostri di non avere parenti o affini fino al quarto grado; tale condizione dovrà risultare con dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà.A favore del coniuge o convivente da almeno tre anni (risultante dallo stato di famiglia) di età superiore ai 68 anni per le donne ed i 65 anni per gli uomini, qualora il coniuge o il convivente defunto sia già tumulato nel cimitero. Tale regola vale anche in caso di esumazione. La sepoltura in prenotazione sarà quella immediatamente successiva a quella del congiunto defunto.

ART.42 comma 5 > in caso di spostamento della salma, resti mortali o ceneri da una sepoltura ad un’altra all’interno del Cimitero o verso altre destinazioni, lo spostamento ed il successivo seppellimento potrà essere autorizzato solo previa rinuncia alla concessione del manufatto da liberare, se già non altrimenti occupato.

ART.42 BIS comma 2 > nei loculi di V e VI fila che sono o che si renderanno disponibili, oltre alle modalità previste dal comma 1, potrà inoltre essere autorizzata la tumulazione di defunti con le seguenti collocazioni: tumulazione di tre o di quattro cassettine in presenza di sole ceneri e/o resti mortali, senza la necessità di costuzione di muretti divisori; Tale norma vale anche per quelle concessioni che alla data di approvazione del presente Regolamento e non oltre, contengono anziché la salma una o due cassettine con resti o ceneri.

 

Lo scrivente, unitamente a tutti i membri di Commissione, approva le proposte che dovranno passare al vaglio per il voto del Consiglio Comunale.

……………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………..

 

BOZZA DI REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI VOLONTARIATO PER L’ATTIVITA’ DI ASSISTENZA E SORVEGLIANZA ALL’ESTERNO DEGLI EDIFICI SCOLASTICI E DI SORVEGLIANZA DEI PARCHI

 Art. 1

Soggetti

Possono prestare il servizio di volontariato tutti coloro che non esplichino alcuna attività lavorativa.

 

I volontari dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti:

v     non aver subito condanne penali, non avere procedimenti penali in corso, né carichi pendenti, e di non essere incorso in una delle cause di decadenza, divieto, sospensione di cui all’art. 10 Legge 31.5.1965, n. 575, e art. 4 D. Lgs. 8.8.1994, n. 490;

v      essere fisicamente idoneo allo svolgimento delle mansioni richieste;

v      essere di buona condotta morale e civile.

 

Art. 2

Ammissione al servizio

Le persone interessate dovranno presentare domanda compilando l’apposito modulo in distribuzione presso il Comando di Polizia Locale.

L’ammissione al servizio sarà valutata dal responsabile dell’Area Vigilanza e Sicurezza e comunicata all’interessato entro 30 giorni dalla data di presentazione della domanda.

I volontari ammessi saranno opportunamente formati da personale qualificato.

Art. 3

Servizio richiesto

Il servizio richiesto consiste nella sorveglianza e assistenza all’esterno degli edifici scolastici all’entrata e all’uscita di scuola e nella sorveglianza dei parchi.

 

Art. 4

Compiti aggiuntivi

I volontari hanno altresì il compito di segnalare agli uffici competenti problemi di vario genere relativi alle condizioni delle zone circostanti gli edifici scolastici (degrado e altre situazioni di difficoltà).

Art. 5

Caratteristiche del servizio

Il servizio di assistenza avverrà in collaborazione con la Polizia Municipale, la quale darà precise indicazioni in merito, coordinando le diverse collocazioni a seconda delle esigenze in relazione ai giorni di attività didattica delle scuole interessate e secondo i rispettivi calendari scolastici.

Il personale volontario dovrà limitare la propria attività al servizio necessario a garantire che il transito del flusso pedonale, che si crea nell’area antistante gli edifici scolastici durante l’entrata e l’uscita delle scuole, si svolga in condizioni di sicurezza viabilistica.

Nel caso si creino situazioni che richiedono una regolamentazione a norma del C.d.S. o altre situazioni che in base alle leggi vigenti non è possibile affidare alla competenza di soggetti privati, il personale volontario provvederà immediatamente a richiedere l’intervento del Personale di Polizia Municipale per gli adempimenti conseguenti.

 

 

Art. 6

Coordinatore

 

Il coordinatore del servizio viene nominato dal Sindaco tra i volontari che prestano servizio.

Il coordinatore ha i seguenti compiti:

1)    mantenere i rapporti tra i volontari e le istituzioni

2)      registrare le presenze dei volontari

3)    raccogliere le eventuali segnalazioni di cui all’art. 4 e comunicarle, con apposito modulo, al responsabile dell’area vigilanza e sicurezza.

4)    segnalare eventuali assenze dei volontari al Responsabile dell’Area Vigilanza e Sicurezza.

 

Art. 7

Assenze

I volontari sono tenuti a comunicare al coordinatore eventuali assenze al fine di garantire una idonea organizzazione del servizio.

Art. 8

Dotazioni del personale volontario

Durante l’espletamento del servizio il personale volontario sarà dotato di idonei segni di riconoscimento, pettorali e tesserini personalizzati per il riconoscimento, nonché di idoneo abbigliamento.

 

Art.9

Cessazione Servizio

In caso d’indisponibilità definitiva o temporanea, ma prolungata, il volontario dovrà presentare comunicazione scritta e restituire i segni di riconoscimento.

Art. 10

Assicurazione

L’Amministrazione Comunale provvede ad assicurare il personale volontario contro gli infortuni e le malattie connesse allo svolgimento dell’attività stessa, anche per la responsabilità civile verso terzi.

Art. 11

Spese

Ai volontari che prestano servizio verranno rimborsate tutte le spese necessarie all’espletamento del servizio stesso.

L’Amministrazione inoltre riconoscerà l’attività volontariamente e gratuitamente resa attraverso l’erogazione di buoni a titolo di rimborso spese.

 

 

 

 

 

No comments yet»

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: